Sistemi di marcatura, codifica ed etichettatura industriale

Etichettatura Allergeni: normative e tecnologie

Allergeni Alimentari: quali sono? 

 La lista degli allergeni alimentari nasce da un minuzioso lavoro dell’Unione Europea, in stretta collaborazione con le comunità scientifiche degli Stati Membri e con le confederazioni agricole/industriali di ogni nazione. Questa lista contiene tutti quegli ingredienti che, a causa della loro comprovata allergenicità in un’ampia fetta della popolazione, devono essere obbligatoriamente segnalati in etichetta 

Indicare correttamente tutti gli allergeni è un servizio ai propri consumatori, oltre che alla comunità intera, e che è in grado di salvaguardare la salute delle persone.  

Di seguito indichiamo la lista degli ingredienti che devono essere segnalati anche se presenti in quantità minime: 

  • Cereali contenenti glutine e loro derivati, inclusi: sciroppi di grano/orzo, maltodestrine di grano, cereali per la distillazione di alcolici e/o alcol etilico agricolo; 
  • Crostacei e sottoprodotti dei crostacei; 
  • Uova di qualsiasi specie avicola d’allevamento, e prodotti derivati; 
  • Pesce e prodotti derivati, con alcune esclusioni riguardanti la gelatina di pesce impiegata come additivo tecnologico; 
  • Arachidi e tutti i prodotti da esse derivati; 
  • Soia e suoi sottoprodotti di qualsiasi tipo e destinazione d’uso, inclusi ad esempio oli e grassi raffinati, tocoferoli, fitosteroli, eccetera; 
  • Latte – da qualsiasi animale d’allevamento – e suoi derivati, incluso il siero per la fabbricazione alcolica, lattosio, lattiolo; 
  • Frutta a guscio di qualsiasi specie e provenienza, e suoi derivati, incluso l’uso di tali frutti nella distillazione alcolica; 
  • Sedano e prodotti derivati; 
  • Senape e prodotti derivati; 
  • Sesamo e prodotti derivati; 
  • Anidride solforosa e solfiti, se in una concentrazione superiore ai 10 mg per chilogrammo di peso o 10 mg per litro sul prodotto finale, pronto all’uso da parte del consumatore finale;
  • Lupini e prodotti derivati; 
  • Molluschi e qualsiasi prodotto da essi derivati. 

  

La lista degli allergeni è uno strumento importantissimo per chi si occupa dell’etichettatura: è importante sottolineare che, anche in base ai nuovi studi sull’allergenicità di determinati ingredienti, o all’emergere di nuove allergie in una parte consistente di popolazione, l’Unione Europea aggiorna e amplia la lista degli allergeni. 

  

Come indicare gli allergeni in etichetta 

 La normativa europea non è particolarmente stringente riguardo alle modalità con cui devono essere indicati gli allergeni in etichetta. Non ci sono regole relative a particolari colori o icone con cui gli allergeni devono essere contrassegnati, ad esempio. L’unico requisito è la chiarezza: l’indicazione dell’allergene, o degli allergeni, deve essere visibile chiaramente e immediatamente al consumatore. Nel caso in cui gli allergeni vengano indicati all’interno di una lunga lista di ingredienti, i componenti potenzialmente allergenici devono essere evidenziati in grassetto, riportati in maiuscolo o comunque proposti in una veste grafica che attiri l’occhio del consumatore. 

  

Regolamento UE 1169/2011: la normativa di riferimento 

 La normativa di riferimento per l’etichettatura degli allergeni è il regolamento dell’Unione Europea 1169/2011. Questa normativa non include esclusivamente le prescrizioni per l’etichettatura degli allergeni, ma è un’ampia e articolata legge che include numerose pratiche per chi si occupa di produzione, confezionamento e somministrazione al pubblico di prodotti alimentari.  

Questa legge, come accennavamo, viene spesso arricchita di ulteriori nuovi dettagli, o alcuni suoi passaggi vengono spiegati con più chiarezza grazie a note e simili. Per tenersi sempre aggiornati in materia di etichettatura alimentare, suggeriamo di controllare spesso la pagina dedicata del MISE.  

  

Etichettatura Allergeni e tecnologie innovative 

 L’etichetta alimentare deve essere applicata sia sulle singole confezioni del prodotto, che sulle scatole destinate a trasportare più pezzi insieme. Il contenuto delle confezioni deve essere sempre chiaro, sia per il consumatore finale che per il commerciante.  

SIS.MA propone, perciò, numerose soluzioni per l’etichettatura professionale dei prodotti alimentari. Macchine come Diagraph PA6000, permettono di stampare e applicare direttamente l’etichetta su pallet e scatole per la distribuzione nei punti vendita.  

Etichettatrici da Tavolo come la Serie Novexx saranno invece perfette per etichettare le singole confezioni di prodotti alimentari. Grazie all’eccellente resa grafica, ogni etichetta sarà perfettamente leggibile, adatta a soddisfare sia le necessità di tracciabilità in ambito industriale che le esigenze del cliente finale. 

Add a Comment

Your email address will not be published.

X

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.
Contatto