Sistemi di marcatura, codifica ed etichettatura industriale

Stampa a Caldo: come funziona e quali sono i settori di applicazione

La stampa a caldo della quale fa parte anche la stampa tramite trasferimento termico, è un metodo di stampa che sfrutta il calore per imprimere su diverse superfici una stampa. Può essere sostanzialmente di due tipologie. La prima è a trasferimento termico, che richiede quindi l’utilizzo di un supporto esterno come una pellicola o un nastro di stampa, il quale viene a sua volta riscaldato provocando il deposito dell’inchiostro. La seconda oppure termica diretta, ovvero che richiede l’uso di etichette in carta chimica. I settori in cui questa soluzione di stampa viene utilizzata sono diversi e includono il settore farmaceutico e il settore alimentare, ma anche altri settori come ad esempio quello pubblicitario.

Stampanti a Trasferimento Termico: ecco come funzionano

Il principio di funzionamento della stampa tramite calore o trasferimento termico è molto semplice. a testina di stampa, che è composta da vere e proprie resistenze termiche, si riscalda provocando il deposito dell’inchiostro presente sul nastro o sull’etichetta in carta chimica sulla superficie di stampa. Nonostante esistano due modalità e due conseguenti tipologie di stampanti per la stampa termica non è adeguato parlare di un metodo migliore dell’altro. Si tratta infatti di due soluzioni entrambi valide, che devono essere selezionate in base all’esigenze del settore industriale di impiego.

Vantaggi della Stampa tramite calore

Proprio per via di questa sua versatilità, la stampa termica propone diversi vantaggi immediatamente riscontrabili:

  • È una soluzione veloce, che permette di modificare in tempo reale i dati di stampa senza interrompere la catena produttiva;
  • Offre una stampa di alta qualità e resistente, in grado di resistere nel tempo a graffi, lavaggi ed eventuali agenti esterni;
  • È di facile utilizzo;
  • È flessibile e permette di effettuare la stampa sia su una superficie in situazione di fermo che su una superficie in movimento;
  • I supporti di stampa sono semplici da reperiree i macchinari di stampa stessi risultano facili da implementare, installare e integrare nella linea produttiva;
  • È una soluzione ecocompatibile perché non utilizza inchiostri potenzialmente dannosi per l’ambiente, non c’è il rischio che l’inchiostro si secchi e soprattutto l’assenza di inchiostro implica anche una diminuzione dello spazio nei magazzini.

Stampanti a Trasferimento Termico – Thermal Transfer (TT)

Le stampanti che usano il principio del trasferimento termico o TT si distinguono da quelle a stampa diretta per l’utilizzo di un supporto esterno come il nastro carbongrafico (ribbon). Questo nastro viene riscaldato dalla stampante e il calore generato provoca il trasferimento del colore sulla superficie di stampa; il colore è proprio la principale distinzione tra le stampanti che usano il trasferimento termico e quelle dirette.

Stampante Termica Diretta – Direct Thermal (DT)

Ma all’uso di stampanti termiche dirette, impossibilitate a raggiungere temperature elevate come quelle a trasferimento termico, non sono invece in grado di sciogliere la cera o la resina che compone il nastro carbongrafico. Per tale motivo per utilizzarle è necessario ricorrere alle etichette in carta chimica. Queste etichette, reagendo al calore sprigionato dalla testina di stampa, reagiscono rilasciando il colore sul supporto. A differenza delle stampanti che usano il trasferimento termico, le stampanti termiche dirette non permettono di effettuare stampe a colori, ma solo in bianco e nero, mentre le etichette in carta chimica hanno una durata inferiore ai nastri carbongrafici e sono più esposte all’usura.

I settori di applicazione della stampa tramite trasferimento termico

Come sottolineato in precedenza, sono molteplici i settori industriali di applicazione della stampa tramite trasferimento termico. Tra questi figurano il settore alimentare, dove la stampa termica viene utilizzata per la realizzazione di etichette da apporre ai prodotti, come nel caso delle etichette che riportano i valori nutrizionali. Nel settore farmaceutico si utilizza per la stampa di etichette da applicare alle confezioni contenenti medicinali. Nel settore del retail, per la stampa di etichette di vendita. Infine, nel settore logistico o delle spedizioni, per la stampa di etichette necessarie alla movimentazione di prodotti e merci.

Add a Comment

Your email address will not be published.

X

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.
Contatto